24 novembre 2016

F.A.Q.

Cosa succede se manca la corrente elettrica?

Nulla,l'impianto continua a funzionare regolarmente grazie alle batterie tampone presenti nella centrale e nelle sirene. Il combinatore telefonico integrato nella centrale, dopo un tempo prefissato (mediamente 2 ore) provvede ad avvisare l'utente con un messaggio vocale dell'avvenuta interruzione di corrente

Cosa succede se il ladro taglia i cavi?

L'impianto scatena immediatamente un ciclo di allarme tramite sirene,combinatore telefonico ed eventuale ponte radio

Per quanto tempo suonano le sirene?

Mediamente 3 minuti poi si interrompono, se la causa dell'allarme si ripete inizia un altro ciclo di 3 minuti. E' possibile definire quanti cicli di allarme possono susseguirsi prima del blocco dell'impianto (mediamente 5).

Posso collegarmi con la Polizia/Carabinieri? Quanto costa?

Certamente. Si deve compilare un semplice modulo rilasciato dalla Questura o dal Comando dei carabinieri in cui saranno riportate le generalità del proprietario, l'indirizzo completo di indicazioni accessorie (scala,interno,piano) e i nominativi delle persone che possono accedere con le chiavi nei locali protetti. Il servizio delle Forze dell'Ordine è gratuito

Posso ricevere l'allarme sul telefono dell'ufficio, del cellulare?

Certamente, il combinatore può chiamare qualsiasi utente telefonico anche all'estero.

Posso rimanere in casa con l'impianto inserito?

SI, l'impianto si può inserire a zone separate per cui si può inserire ad esempio la protezione perimetrale (finestre / balconi e terrazzi) e muoversi liberamente all'interno degli ambienti.

E' meglio la chiave o la tastiera?

Si tratta di una scelta personale. La chiave è più scomoda perchè deve essere aggiunta al mazzo delle chiavi, però il suo codice elettronico è inviolabile e non può essere letto da nessuno. E' consigliabile non lasciare le chiavi in auto perchè dai documenti si può risalire all'indirizzo e non si deve applicare al mazzo di chiavi alcun cartellino riportante i dati del luogo protetto. In caso di smarrimento di una chiave è sufficiente riprogrammare la centrale escludendo la vecchia impostazione della chiave e ricodificare le rimanenti aggiungendo la chiave perduta. La tastiera è più comoda ma il codice di accesso deve essere custodito e se comunicato, per casi di necessità a qualcuno, deve essere immediatamente sostituito. Entrambi i metodi lasciano comunque una traccia, riportante data,ora e riconoscimento della persona che ha manovrato l'impianto, nella memoria storica della centrale.

Ho timore dei falsi allarmi

Ormai da molti anni installiamo solo rivelatori a doppia tecnologia (infrarossi e microonde) L'allarme scatta solo in presenza del duplice consenso contemporaneo avvertito da entrambe le tecnologie. Con questo metodo il falso allarme è praticamente impossibile

Ho sentito parlare di impianti senza fili

Quasi tutti i produttori di apparecchiature antifurto hanno ormai in catalogo impianti senza fili. In questo panorama è necessario affidarsi solo ai produttori più importanti che hanno sviluppato tecnologie di trasmissione dei segnali con un altissimo tasso di immunità ai disturbi. Risparmiare su un impianto senza fili equivale nella norma a doversene disfare dopo poco tempo a causa della sua inaffidabilità

Durante l'installazione dovete rompere muri o provocare molto disagio?

Abbiamo quasi 30 anni di esperienza alle spalle, i nostri tecnici sono dotati di apparecchiature moderne (trapani, aspirapolvere, teli di copertura etc. etc.) per limitare al minimo il disagio. Normalmente il cliente, alla fine dell'installazione non si accorge neppure del passaggio dei tecnici. Siamo comunque assicurati con massimali di indennizzo altissimi, nella malaugurata eventualità che si dovesse inavvertitamente provocare un qualsiasi danno

Si possono registrare le immagini delle telecamere?

Certamente, esistono diversi metodi:
  • videoregistratori time-lapse :
  • utilizzano normali video cassette VHS e mediante il rallentamento della velocità di trascinamento del nastro, aumentano la loro autonomia fino a 960 ore consecutive. Con tempi di registrazione così lunghi però la registrazione non è continua ma frammentata. Si registra cioè un immagine per volta e durante la riproduzione si possono rivedere le immagini sequenzialmente
  • videoregistratori digitali :
  • sono apparecchiature dedicate alla video registrazione. Esistono modelli dotati di più ingressi (fino a 16) per la registrazione contemporanea di più telecamere. In questo caso l'autonomia di registrazione dipende dalla capacità dell'hard disk. E' possibile comunque aggiungere hard disk supplementari ed ottenere così autonomie veramente notevoli
  • registrazione tramite pc con apposite schede si può utilizzare il proprio pc per la videoregistrazione :
  • Per quanto riguarda l'autonomia valgono i concetti espressi per i videoregistratori digitali

Posso controllare dal mio ufficio le immagini delle telecamere di casa mia o viceversa?

Si, anche in questo caso esistono diverse tecnologie: La più comunemente utilizzata si serve di un collegamento tramite internet. E' quindi necessario avere nei due ambienti una linea adsl o per lo meno isdn Esiste anche la possibilità di ricevere le immagini tramite linee telefoniche cellulari e ricevere le immagini sul proprio telefono cellulare

Esistono telecamere mimetizzate/invisibili?

La moderna tecnologia mette a disposizione telecamere di dimensioni ridottissime che possono essere nascoste pressoché in ogni dove

Le telecamere funzionano anche al buio?

Ci sono telecamere ad altissima sensibilità che sono in grado di leggere la scena in condizioni di luminosità ridottissima(es: luce stellare). E' possibile poi installare speciali fari illuminatori all'infrarosso che emettono una luce invisibile all'occhio umano,lasciando quindi l'impressione del buio, ma che, per le telecamere funzionano da vera e propria illuminazione

Ci sono limiti al numero e alla posizione delle telecamere?

Per quanto riguarda il numero non esistono limiti. Per quanto riguarda la loro posizione, ovvero la scena inquadrata, bisogna ricordare che la legge 675/96 a tutela dei dati personali(privacy) stabilisce delle norme e dei comportamenti che devono essere osservati. E' cura del progettista degli impianti informare e consigliare il cliente circa l'osservanza delle norme